Recensioni

Album Malaccetto - Recensione Rockit.it di Giuseppe Catani del 20/04/2017

Giovedì, 20 Aprile 2017 00:00

20/04/2017 

Un cuore incerottato in copertina. E un titolo non proprio accogliente: “Malaccetto”. Ovvero sgradito, indesiderato.

Recensione Ugo Cattabiani - Il viaggio accettabile di Capitan Ugo

Lunedì, 30 Gennaio 2017 00:00

Ho una mia non so quanto personale opinione dell’arte: nasce per rappresentare la realtà. Diceva Leopardi nel suo Zibaldone che essa è più alta quando riesce ad essere più conforme al reale. Io credo però che l’arte possa anche costruire una realtà diversa, credibile quanto la realtà stessa e anzi, proprio per questo, espleti la sua naturale funzione.

Recensione Malaccetto - Parma Musica (di Max Scaccaglia)

Martedì, 10 Gennaio 2017 00:00

Mi ritrovo proprio oggi fra le mani questo Malaccetto. Casualmente. Presso il leggendario Bar Centrale di Collecchio e direttamente dalle mani dell’autore, col quale ho condiviso parte del cammino artistico collaborando col precedente Vicolo Riccardi n.1 del 2014.

Recensione Il Cortigiano - ROCKIT (di Marco Villa):

Venerdì, 06 Aprile 2012 00:00

Prima di iniziare ad ascoltare il disco di Ugo Cattabiani è il caso di prendere le parolenuovo e originale e toglierle dal tavolo. Se si parte con in testa il presupposto di cercare queste due categorie, l'album sarà una delusione tremenda. Se invece non vi interessa trovare novità, prego: questo è un signor disco.

Recensione Il Cortigiano - BIELLE – LA BRIGATA LOLLI (di Fabio Antonelli):

Lunedì, 07 Maggio 2012 00:00

“Il cortigiano, allegoria dell'artista, è un atto ideale di liberazione dal Potere. Il Potere è inteso dall'autore come forza ineludibile che impedisce la realizzazione dell'individuo, lo riduce a cifra, a destinatario forzato di 'rappresentanza', di iniziative in suo nome, lo trascina nel vortice del conformismo e della spersonalizzazione. Quindi non solo potere 'politico' ma anche potere di condizionamento di un'epoca intera, del presente, che martella incessantemente sul tasto dell'oggi e uccide ogni prospettiva storica - ossia, di giudizio".

Recensione - Vicolo Riccardi N1 - ROCKIT.IT (di Giovanni Flamini)

Sabato, 04 Aprile 2015 00:00

Il rimando non può che essere a lui, il compianto Pino Daniele, colpevole di aver portato nel bel paese quel tanto di musica nera che bastava non solo a conferire nuovi colori alla canzone d’autore italiana, ma anche a dare adito ad una nuova generazione di musicisti ansiosi di mischiare Miles Davis con Domenico Modugno.

akazoo amazon apple music deezer google play itunes napster playme spotify timmusic